Tag

, , , , ,

Lemon bloom by kirsche222Poche cose come il cibo riescono a solleticare tanti sensi contemporaneamente: il gusto, ovviamente, ma prima ancora la vista, l’olfatto e il tatto. Lo so, non sta bene toccare il cibo con le mani, ma sappiamo tutti quanta immensa soddisfazione ci possa essere nel farlo, magari di nascosto, come bambini che rubacchiano la marmellata quando nessuno li vede.

Un dolce semplice e veloce da fare, ma che unisce in sé tutte queste caratteristiche, è appunto il plumcake al limone: è leggero, fresco, peccaminoso da mangiare perché invoglia a raccoglierne le briciole col dito, e invitante già durante la preparazione, con quel meraviglioso profumo che si spande per casa.

Perfetto per un picnic ma anche per un tè di primavera, una colazione in famiglia o una merenda tra bambini, si può preparare in molti modi. Questa è la mia versione.

Ingredienti: 200 gr di farina auto lievitante, 110 gr di zucchero, 2 uova intere e un tuorlo, 90 gr di burro, 110 gr di zucchero, 70 ml di panna fresca, un limone non trattato, un cucchiaino di estratto di vaniglia. Per una versione senza latticini, è possibile sostituire il burro con pari quantità di olio di riso, e la panna con il terzo albume.

Preriscaldare il forno a 170°. Grattugiare la buccia del limone (solo la parte gialla, ovviamente) e spremerne il succo. Fondere il burro. Montare bene le uova con lo zucchero, quindi aggiungere la farina, il burro fatto raffreddare, la panna, l’estratto di vaniglia, il succo e la buccia grattugiata del limone.

Comporre in uno stampo da plumcake della misura di 11 per 30 centimetri imburrato e infarinato, e cuocere in forno non ventilato per circa 40 minuti: verificare la cottura con il classico stecchino, che infilato al centro del dolce ne dovrà uscire perfettamente asciutto.

Servire spolverizzato di zucchero a velo o ricoperto con una glassa preparata con 200 gr di zucchero a velo e acqua tiepida aromatizzata con poco succo di limone: mettere lo zucchero in una ciotola e aggiungere l’acqua e limone poche gocce alla volta (il passaggio dalla giusta consistenza al troppo liquido è davvero repentino), fino ad ottenere un impasto piuttosto denso. Spalmare la glassa sul plumcake e farla asciugare a temperatura ambiente per un paio d’ore.