Tag

, , , , ,

Vi ho già parlato tempo fa della mia irriducibile abitudine a raccogliere pagliuzze, ovvero ad acquistare qui e lì, all’insegna del “prima o poi servirà”, oggetti per la casa. Nei giorni scorsi, girellando su Internet, ho scoperto che una serie natalizia per la tavola che mi piace molto era in offerta nello shop on line della ditta produttrice. Visto che ai saldi sono stata brava e non ho acquistato niente, ho pensato di regalarmi una cosa che non avevo. Quindi, anche se un po’ fuori tempo massimo, Babbo Natale è tornato a farmi visita con pacco niente male. Per la cronaca, il servizio è stato impeccabile e velocissimo: del resto non sarà mica un Babbo tedesco per niente, no?

Curiosi? Ecco il pacco…

I pacchi nel pacco…

Et voilà: un servizio da cioccolata!

In effetti secondo il produttore sarebbe un generico “bricco” accompagnato da quattro tazze da caffè: ma da brava italiana, come posso considerare “da caffè” una tazza che contiene 250 ml di liquido? Dai, su, siamo seri: in queste tazze di caffè ce ne stanno ben più di uno, ma per una bella cioccolata sono della misura perfetta. Mi piace molto anche il decoro, non così radicalmente natalizio: al netto della scatolina a forma di slitta, direi che con un’apparecchiatura neutra questo servizio si può utilizzare per tutto l’inverno (o almeno così l’ho venduta al marito, un tantino perplesso di fronte all’acquisto).

Avevo già due piatti da dolce di questa serie, quindi per il momento ho preso solo il bricco e quattro tazze, pensando ad un appuntamento piuttosto intimo: una merenda in famiglia, o una chiacchierata tra amiche. L’anno prossimo vedremo se ampliare il servizio: il bello delle grandi marche è che le loro collezioni offrono una discreta continuità, quindi non c’è l’ansia di acquistare tutto subito, e si può tranquillamente dilazionare la spesa nel tempo. Almeno, spero…