Tag

, ,

@acasadibianca

@acasadibianca

Complice il tempo quasi estivo, abbiamo trascorso con grande piacere due giorni nella casetta in collina. Nessun invito, troppe le cose da fare: pulizie di primavera, riordino del verde, un po’ di cure speciali per le poche piante da fiori che il posto consente.

Sabato pomeriggio, visto che il tempo stava rapidamente virando al peggio, siamo tornati in città appena in tempo perché ricominciasse a diluviare. Domenica mattina quindi risveglio pigro, e la situazione ideale per regalarsi una colazione golosa.

 

Dato che sono una personcina pratica, e che i due giorni in campagna avevano lasciato un discreto arretrato sulle normali incombenze domestiche, niente tavola in grande stile, ma la solita apparecchiatura di tutte le mattine: unica concessione, il mazzolino di nontiscordardime raccolto in collina assieme ad un fascio di meravigliosi e profumatissimi iris blu.

@acasadibianca

@acasadibianca

Questo post di Claudia mi aveva fatto venire una gran voglia di waffles, ma non avevo né fragole né panna (irrinunciabili, dalle mie parti), e ho quindi ripiegato su dei sani, tradizionali pancakes: facili, veloci e sempre buoni. L’unica difficoltà nella loro esecuzione sta nel calibrare correttamente la temperatura di cottura: se è troppo bassa, più che dei pancakes ci ritroveremo delle crêpes, se troppo alta si rischia di bruciare tutto. Diciamo che il trucco è tenere una temperatura medio-alta finché la padella non si sarà scaldata, e cercare di mantenere la temperatura stabile giocando con la regolazione della fiamma.

Ingredienti (per otto pancakes): 120 gr di farina autolievitante, 200 ml di latte, 30 gr di burro, un uovo, 15 gr di zucchero, un pizzico di sale.

Fondere il burro in un pentolino. Mescolare in un recipiente gli ingredienti secchi, aggiungere l’uovo battuto nel latte e il burro ormai tiepido. Lavorare con una frusta fino ad ottenere una crema piuttosto fluida, che dovrà riposare per circa 15 minuti.

Prendere una padellina a fondo piatto, scaldarla su fiamma medio-alta e una volta in temperatura spennellarla leggermente di burro. Versare un mestolino di impasto al centro della padella e attendere finché sulla superficie non si saranno formate delle bollicine, quindi girare il pancake con l’aiuto di una spatola e terminare la cottura: ci vorrà davvero pochissimo.

@acasadibianca

@acasadibianca

Preparare i pancakes uno dopo l’altro, impilandoli su un piatto perché si mantengano caldi. E’ consigliabile mangiarli subito. Da tradizione americana, andrebbero abbinati allo sciroppo d’acero, con cui cospargerli generosamente. Sono però ottimi anche con l’italianissima crema alla nocciola, purché lasciata leggermente intiepidire in modo che risulti più fluida e quindi più facile da spalmare.