Tag

, , ,

©acasadibianca

©acasadibianca

Vivere in una piccola città può essere noioso e un po’ frustrante. Il più delle volte però è meraviglioso, perché diciamolo, la qualità della vita è decisamente migliore di quanto non sia nei centri troppo grandi.

Per fare un esempio, bastano pochi minuti per passare dal caos del centro cittadino alla pace e alla bellezza di un’oasi naturalistica.

Ieri pomeriggio, complice un cane con molta voglia di esplorare e un’aria finalmente estiva, siamo andati a camminare sul lungofiume.

Abbiamo scelto una passeggiata diversa dal solito, praticamente sulla riva, che ci ha offerto scenari davvero incantevoli.

©acasadibianca

©acasadibianca

Complice la tanta pioggia degli ultimi mesi, il fiume è pieno d’acqua e arriva proprio a lambire il sentiero. La vegetazione svela ogni tanto piccole insenature con ancor più piccole spiaggette, dove trovano rifugio nutrite comunità di uccelli acquatici.

©acasadibianca

©acasadibianca

Più avanti, la vegetazione si fa ancora più fitta, e le spiaggette scompaiono del tutto: canneti e altre piante lasciano appena intravvedere il fiume che scorre, placido e maestoso.

©acasadibianca

©acasadibianca

Ho cercato inutilmente di fotografare un’entusiasta Ninni alla ricerca del suo lato più wild: purtroppo ho ottenuto solo un pezzo di coda, mezzo naso, una zampa, insomma niente di pubblicabile. Lascio la sua performance alla vostra immaginazione.

Siamo tornati a casa giusto all’ora della merenda, e caldo e atmosfera estiva hanno suggerito di aprire ufficialmente la stagione dei frullati.

©acasadibianca

©acasadibianca

La ricetta tradizionale di casa prevede 100 grammi di frutta fresca (in questo caso fragole), 100 ml di latte fresco e (ma nemmeno sempre) un mezzo cucchiaio di zucchero, il tutto frullato assieme a tre-quattro cubetti di ghiaccio. Velocissimi, buoni e nutrienti, i frullati sono un vero toccasana nelle giornate più calde. Li amate anche voi?