Tag

, , , , , ,

©acasadibianca

©acasadibianca

Dopo settimane di patimenti vari, con mezza famiglia sterminata (rigorosamente un membro alla volta) da una pesantissima influenza che sembrava non andarsene mai, siamo finalmente tornati alla casa in collina.

Temevo di trovare il non-giardino in condizioni terrificanti, ma per fortuna la pioggia dei giorni scorsi, così fastidiosa in città, in collina è stata una benedizione: le rose sono ancora nel pieno della fioritura, i gerani che ho piantato in terra a titolo puramente sperimentale stanno una meraviglia, le bocche di leone macchiano di colore prato e muretti.

Soprattutto, è esplosa la fioritura della budleia, detta anche “pianta delle farfalle” per la sua capacità di attrarre nuvole intere di questi (per me, s’intende) incantevoli insetti. Rispetto all’anno scorso, quando l’ho piantata, ha triplicato le dimensioni ed è davvero maestosa: un vero peccato che il vivaista si sia sbagliato e, anziché nel viola concordato, me l’abbia venduta bianca. Per carità, è bellissima e molto elegante, ma nel contesto un pochino si perde: poco male, visto quanto bene si è ambientata, vorrà dire che l’anno prossimo le procurerò una sorellina più colorata.

©acasadibianca

©acasadibianca

So che a qualcuno non piacciono le farfalle, ma spero mi perdonerà, perché a me invece sembrano creature magiche, e non mi stancherei mai di guardarle.

©acasadibianca

©acasadibianca

©acasadibianca

©acasadibianca

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In chiusura, un paio di scatti presi proprio al volo della tavola che abbiamo preparato per salutare, con una grigliata imbastita all’ultimo, degli amici in partenza per le vacanze.

©acasadibianca

©acasadibianca

Questa volta ho scelto una apparecchiatura in armonia con i toni della natura circostante, cioè il verde del bosco e l’azzurro del cielo. La tavola, per la cronaca, era stata preparata dai ragazzi: non temete però, prima dell’arrivo degli ospiti i tovaglioli svolazzanti e quelli piazzati al contrario sono stati rimessi a posto!

©acasadibianca

©acasadibianca

Come centrotavola, due mazzolini di fiori di campo sistemati – Martha Stewart docet – in ex vasetti di salse e marmellate; mi spiace che si vedano a malapena perché erano veramente belli, con aglio selvatico, fiori di trifoglio e piselli rampicanti. Comunque a fine giornata me li sono portati a casa: lo so che sono effimeri, ma spero davvero di riuscire a godermeli almeno un altro giorno!