Tag

, , , ,

©acasadibianca

©acasadibianca

Quanto questo post sarà pubblicato, se tutto andrà bene me ne starò in panciolle sotto il sole della mia amata Sardegna. Il dubbio nasce da un’unica incognita: sopravvivrò al trasloco che la partenza comporta?

Vi avevo già confessato l’anno scorso la mia deplorevole abitudine di andare in vacanza portandomi dietro mezza casa. Ecco, quest’anno – complici le oggettive necessità causate dal dover cucinare senza glutine – la casa me la porto praticamente tutta, e preparare i bagagli (e farli stare in macchina) non è una passeggiata: avremo anche una familiare, ma siamo pur sempre in quattro più un cane.

Giusto per rendere l’idea, e scusandomi per le foto persino più orride del solito (prese col cellulare e al buio) al tradizionale scatolone con gli accessori per la cucina (coltelli, posateria varia, contenitori graduati e non, il mini tritatutto elettrico e altro ancora) si è aggiunto giusto qualcosina da mangiare.

©acasadibianca

©acasadibianca

No, non sono impazzita: è che un veloce giro di telefonate a supermercati e farmacie della zona ha drammaticamente evidenziato l’assenza dei prodotti che siamo abituati a consumare, costringendomi a procurarmene una cospicua scorta prima di partire.

Alle provviste si sono sommati un paio di accessori da cottura: la macchina del pane, indispensabile in una casa senza forno, e l’attuale giocattolo preferito del marito, ormai barbecue-dipendente.

©acasadibianca

©acasadibianca

Insomma, sarà un miracolo se riusciremo a far stare in macchina anche qualcosa da vestire! Per fortuna si annunciano vacanze molto poco mondane…