Tag

, , , ,

DSC04772

Una fine di settembre tutt’altro che autunnale, in questo strano 2014, quasi che l’estate voglia farsi perdonare per la sua latitanza. Il cielo è terso, l’aria tiepida, e tutto viene in mente – almeno a me – tranne che portare in casa i toni della natura che si spegne.

Per questo, anche quest’anno le mie prime decorazioni autunnali di autunnale hanno ben poco, giocate come sono tutte sui toni del verde e del bianco.

Ve le propongo più che altro per darvi un’idea di decorazione semplice e di facile realizzazione, che ciascuno può personalizzare come meglio crede, giocando con i colori e i materiali che preferisce. Per me, la scelta è caduta su delle piccole zucche ornamentali e dei tralci d’edera.

©acasadibianca

©acasadibianca

Il cuore della composizione sono, ovviamente, le zucche: le  ho radunate tutte assieme, in una composizione assolutamente naturale, arricchita qua e là da qualche ciuffo di foglie. Essendo, come noto, in piena fase “sciura”, ho scelto come contenitore una ciotola d’argento, ma vedrei altrettanto bene un piatto ovale in ceramica o porcellana o, per una casa di stile più rustico, un cestino di vimini o di legno. Quanto ai colori, io come dicevo ho scelto il bianco e il verde, ma per un effetto più decisamente autunnale si potrebbero utilizzare delle zucchette sui toni dell’arancio e al posto dell’edera dei tralci di vite americana o delle foglie d’acero, che già adesso iniziano ad acquistare le loro bellissime sfumature rossastre.

©acasadibianca

©acasadibianca

I candelabri, come vedete, sono semplicemente vestiti con un tralcio d’edera avvitato lungo i bracci.

©acasadibianca

©acasadibianca

Per mantenere le decorazioni tono su tono, ho anche temporaneamente messo a riposo i miei nuovi acquisti, facendo spazio alle mie storiche maioliche bianche e verdi.

©acasadibianca

©acasadibianca

Il risultato mi soddisfa appieno, anche se so che come decorazioni saranno abbastanza effimere: zucche e foglie sono fresche, e quindi la loro durata sarà piuttosto breve, ma francamente non avevo né il tempo né la voglia di pensare ad essiccarle. Del resto ottobre è alle porte, e questa illusione d’estate è destinata a passare in fretta: anche per me arriverà presto il momento di virare verso colori più spiccatamente autunnali.