Tag

, , , , , ,

©acasadibianca

©acasadibianca

Un paio di giorni fa, chiacchierando via social con una delle più affezionate lettrici, si discuteva di spazio: un dato decisamente fondamentale per le cacciatrici compulsive di cianfrusaglie, perché va bene trovare oggetti interessanti, va bene portarseli a casa, ma poi da qualche parte bisogna pur metterli, no?

Se coi piatti si risolve abbastanza facilmente impilandoli, ci sono articoli come i bicchieri e le tazze che, purtroppo, necessitano fisiologicamente di più spazio. Per i bicchieri al momento non ho soluzioni, e infatti quando vado in giro nemmeno li guardo per non cadere in tentazione. Esiste però un simpatico trucchetto, che forse non tutti conoscono per riporre tazze e tazzine risparmiando un bel po’ di spazio. Non è praticissimo per l’uso quotidiano, ma si può usare con profitto per i servizi che si utilizzano più di rado.

Moltissime persone, e anch’io fino a qualche tempo fa, ripongono tazze e tazzine in questo modo:

©acasadibianca

©acasadibianca

Lo spazio necessario, si vede bene, è parecchio, anche perché sovrapporre più di due pezzi è davvero a rischio crollo…

Ma se le tazze invece di impilarle le intrecciamo, ovviamente con molta delicatezza, il discorso cambia completamente. Si fa così:

©acasadibianca

©acasadibianca

©acasadibianca

©acasadibianca

Voilà: quattro tazze nello spazio di due! Il confronto è evidente e non necessita di ulteriori commenti, non vi pare?

©acasadibianca

©acasadibianca

A me questo sistema ha svoltato la vita: purtroppo non è molto adatto a vetrine da esposizione, ma per le credenze chiuse è davvero utilissimo, soprattutto se possiamo usare un divisorio (io ho quelli svedesi) per raddoppiare lo spazio in altezza.

E voi, conoscevate già questo trucchetto, o ne avete altri da condividere? Lo spazio nei commenti è aperto!