Tag

, , , , , ,

 ©acasadibianca

©acasadibianca

Eh, lo so. Vi avevo giurato che non l’avrei fatto, e credetemi, quando l’ho scritto non avevo nemmeno le dita incrociate. Ma poi succede che ti scrivono, ti dicono che fanno i saldi, che nella seconda scelta ci sono tanti pezzi interessanti e pum! ci caschi di nuovo.

Ecco perché quello che doveva essere un piccolo ordine presso la mia fabbrica di potteries preferita si è trasformato nell’ennesima débacle. Una débacle di cui sono molto contenta, ovviamente, con buona pace del mio pazientissimo marito che ormai non mi chiede nemmeno più dove stivo le cose, e si accontenta di vederle magicamente sparire e riapparire a seconda delle situazioni.

L’attesa, francamente, è stata lunga: in realtà avrei dovuto saperlo (è sempre così, ci sono proprio dei tempi tecnici che non si possono evitare), ma questa volta ero particolarmente impaziente, e l’ho patita di più. Pazienza, se ci sarà una prossima occasione (…ehm…) vedrò di partire con l’animo già in pace.

Ma veniamo a noi. Eccovi innanzi tutto i pezzi per cui stavo aspettando i saldi, due complementi del servizio con decoro “Blue Regal Peacock”: un piatto da sandwich, formato che uso molto anche per antipasti, contorni e dolci rettangolari come plum cake e semifreddi, e una piccola terrina/fruttiera dalla forma esagonale, che trovo davvero incantevole.

 ©acasadibianca

©acasadibianca

La teiera di Harrod’s è ovviamente un’intrusa: si tratta dell’ennesimo recupero per mercatini dell’usato, ma visto che è arrivata negli stessi giorni, ne approfitto per presentarvela!

Il vero imprevisto sono stati gli acquisti del “Blue Asiatic Pheasant”. Avevo in mente di curiosare tra la seconda scelta per una zuccheriera (non sempre si ha voglia di tirar fuori l’argenteria, e a volte è anche proprio inopportuno farlo) e magari una brocca, e invece… un pezzo ha tirato l’altro, manco fossero ciliegie.

 ©acasadibianca

©acasadibianca

E’ finita quindi con due zuccheriere (giustamente, una per lo zucchero raffinato e l’altra per lo zucchero di canna); due piattini per il burro che mi sembrano perfetti anche per marmellate, creme o piccoli bonbon; una lattierina; un barattolo per confettura o miele e soprattutto lei, la teiera: potevo tranquillamente farne a meno, lo so, ma quando hai un servizio da tè completo di tutto punto, ed è proprio l’unico pezzo che ti manca, come si fa rinunciare?