Tag

, , , , , , ,

©acasadibianca

©acasadibianca

In effetti sarebbe più corretto dire “blu e bianco”, visto che nella terza delle mie tavole per gioco entrambi questi colori si bilanciano a vicenda.  L’ho pensata in modo particolare per la sera della Vigilia, e visto che in famiglia la versione di prova è piaciuta, probabilmente sarà lei la cornice della nostra tradizionale cenetta a quattro.

In questa fatta per gioco non mancano, come al solito, errori e omissioni. La pecca più grave è ovviamente data dalle posate. Siccome non avevo modo di recuperare l’argenteria, ho usato le posate di acciaio da tutti i giorni: fate finta, per favore, che siano posate d’argento in stile inglese. Si salva invece in corner la forchettina da dolce, in Sheffield, che avevo a portata di mano e quindi ho potuto utilizzare.  Ma bando alle chiacchiere, e veniamo alla nostra tavola.

©acasadibianca

©acasadibianca

Come vedete, ho scelto una base molto scura, una tovaglia di fiandra blu rifinita in modo semplice, senza pizzi né altro. Per darle luce, ho abbinato  sottopiatti e piattini per il pane in vetro lavorato e bicchieri in vetro ottico veneziano.

©acasadibianca

©acasadibianca

Per i piatti ho scelto il bianco puro, spezzato al momento dell’antipasto da uno dei miei amati servizi English transferware. Nel caso di specie, è un piattino bianco e blu che in effetti sarebbe da dolce, ma secondo me è adatto anche a un piccolo antipasto, come un mini soufflé. Il piatto bianco sottostante enfatizza il decoro ed evita che l’insieme si appesantisca eccessivamente.

©acasadibianca

©acasadibianca

©acasadibianca

©acasadibianca

Per aggiungere altra luce alla tavola, come dicevo pensata per la sera, ho ideato questa composizione centrale tutta in vetro trasparente e bianco. Tre sfere in vetro soffiato con un’eterea decorazione in piuma bianca (strategicamente posizionate su portauovo sempre in vetro per evitare di vederle rotolare in giro per il tavolo) fanno da cornice a un piccolo cervo in ceramica completamente bianca. Completano la decorazione dei fiocchi di neve in metallo bianco e vetro, mentre ai lati del tavolo spiccano i due candelieri a tre bracci d’argento con candele rigorosamente bianche.

©acasadibianca

©acasadibianca

Ultimissimi dettagli decorativi, i miei amati angioletti segnaposto altoatesini in legno, scegli ovviamente con le vestine rispettivamente bianche e blu.

©acasadibianca

©acasadibianca

Completa la decorazione una coppia di stelline, bianca e argento, scelte per dare un punto di luce ai tovaglioli.

©acasadibianca

©acasadibianca

E per la tavola numero tre è tutto. Vi aspetto prestissimo per la quarta e ultima “apparecchiatura per finta”, che concluderà questo giochino natalizio.