Tag

, , , , , ,

©acasadibianca

©acasadibianca

Abbiamo detto più volte che uno degli elementi tipici e distintivi del transferware è il bordo, che caratterizza i pattern prodotti dalle diverse manifatture anche quando i decori centrali appaiono pressoché identici.

Bene, ci sono decori per cui questo discorso proprio non vale, per il semplice motivo che il bordo, loro, non ce l’hanno. E’ il caso del Charlotte, decoro molto bello ed elegante di cui conosciamo non solo la data di nascita, gli anni Quaranta del Novecento, ma anche la creatrice: Clarice Cliff.

dal web

dal web

Clarice Cliff, nata a Tunstall nel 1899, iniziò a lavorare alle “Potteries” ad appena 13 anni. Il suo talento come decoratrice non tardò ad emergere, e ne fece una delle artiste ceramiche più geniali e innovative del Novecento britannico. Eclettica e creativa, diede vita a teiere, tazze e piatti dalle forme inedite e originali, e ideò alcuni decori rimasti nella storia della ceramica inglese. Ecco uno dei più famosi, il “Bizarre”.

©Clarice Cliff Museum

©Clarice Cliff Museum

Il “Charlotte” è, all’opposto, un decoro dal gusto molto tradizionale. Ispirato a una serie di disegni ottocenteschi, raffigura dei vasi decorati, ciascuno recante una ricca composizione floreale.

dal web

dal web

dal web

dal web

dal web

dal web

Clarice Cliff lo creò per la Royal Staffordshire Ceramics, che la ricorda orgogliosamente nella marca apposta sul retro dei pezzi.

dal web

dal web

Il Charlotte fu prodotto in blu, rosso, viola, marrone e multicolor, con i fiori delicatamente dipinti a mano sulla base realizzata con la tecnica del transferware. Purtroppo quest’ultima variante non incontrò il favore del pubblico e fu ben presto abbandonata.

dal web

dal web

In origine la colorazione più amata era il blu, anche in virtù della particolare sfumatura di colore prescelta. Per questo motivo i pezzi in questo colore sono i più numerosi, e di conseguenza i meno pregiati, all’opposto del viola e secondariamente del rosso, molto ricercati dai collezionisti e per questo maggiormente quotati.

Charlotte_purple

La Royal Staffordshire produsse con questo decoro soprattutto pezzi basici per la tavola. A mettere in produzione articoli più particolari e ricercati furono invece altre manifatture, come la Royal Crowford, che pure proposero la loro personale variante di questo decoro.

dal web

dal web

dal web

dal web