Tag

, , , , , , , , ,

©acasadibianca

©acasadibianca

Si fa presto a dire “Afternoon tea”. Ma poi, pensate che sia tutto lì? Certo che no, ovviamente. Ci sono modi diversi di allestire questo imprescindibile appuntamento pomeridiano. L’Afternoon tea si può infatti declinare in molti modi: non esiste un menù fisso per accompagnare il tè del pomeriggio, che cambia addirittura nome a seconda di quello che si decide di offrire ai propri ospiti.

Vogliamo tenere un profilo basso e servire solamente tè, scones e clotted cream? Perfetto, allora avremo un Cream tea.

Se invece decidiamo di aggiungere della frutta fresca, e nello specifico delle fragole, avremo uno Strawberry tea.

Oltre agli scones, vogliamo proporre una maggiore scelta di dolci, ad esempio una Victoria Sponge, tartellette alla frutta o al lemon curd, muffin di vario genere? Ecco, stiamo servendo un Light tea.

Al dolce ci piace abbinare anche qualcosa di salato, come i caratteristici sandwich al cetriolo, al pollo, alle uova o al salmone? Benissimo: stiamo proponendo ai nostri ospiti un Full tea.

Non è finita. Come certo saprete, non è raro che oltre al tè si servano anche alcolici. In estate il favorito in assoluto è il delizioso Pimm’s, mentre non ha stagioni uno spumeggiante calice di bollicine francesi. In quest’ultimo caso, ovviamente, avremo uno Champagne tea.

E se il nostro tè è destinato ad un pubblico piccino piccino? Niente paura, nella tradizione britannica c’è posto anche per i più piccoli. E’ infatti tutto per loro il Teddy bear tea, che presenta stuzzichini, bevande e tavola a misura di bambino, e la possibilità di condividere l’esperienza con le proprie bambole o orsacchiotti del cuore. Come a dire, non si è mai troppo piccoli per il sacro rito dell’Afternoon tea.