Casa, Confessioni, Finalmente venerdì

Finalmente venerdì! Casa, dolce casa

E’ venerdì, ci aspetta il fine settimana, è tempo di un po’ di leggerezza. Vi propongo quindi un giochino ispirato ad un post che ho letto sulla pagina FB della rivista di arredamento inglese di cui, ahimè, non ho tenuto il riferimento. Cinque parole, solo cinque, per descrivere la nostra casa. Ci state? Allora andiamo, inizio io!

Photo by Soorelis

Accogliente. Non so se sia più una constatazione o una speranza, ma credo che sia la prima sensazione che una casa dovrebbe trasmettere, e mi dicono che la mia lo fa.

Incasinata. Concetto meno nobile, ma veritiero. Io ci provo, a mantenere almeno la decenza, ma con un marito disordinatissimo, due adolescenti e un cane non ho vita facile. Al momento risolvo buona parte del problema chiudendo gli occhi (e la porta) davanti alle stanze dei figli, e aspetto che crescano. Il marito invece mi sa proprio che dovrò tenerlo così.

Affollata. A volte io e il consorte ci diciamo che dovremmo eliminare qualcosa, ma ogni mobile, oggetto, dettaglio è legato a un ricordo, e questo rende impossibile separarcene. Potremmo risolvere con una casa più grande, ed è un sogno che culliamo spesso, ma che – al momento – è destinato a rimanere tale.

Luminosa. Adoro la luce, ne ho un bisogno quasi fisico, e infatti non potrei mai vivere in una casa buia. Per questo motivo ho le tende ma per finta, nel senso che – camera da letto e bagni a parte – ci sono ma stanno perennemente aperte. In collina invece non le ho per nulla, in nessuna stanza: alzare lo sguardo e vedere solo bosco è davvero un privilegio.

Viva. Amo le cose belle, ho pezzi di arredo e di decorazione di pregio, ma nonostante questo detesto il concetto di casa-museo. Non sopporto quelle case (e ne ho viste tante) dove tutto è perfetto ma la gente ci cammina in punta di piedi per non sciupare/disordinare/sporcare. La casa è il nostro nido, il posto dove dovremmo sentirci meglio in assoluto. Se la viviamo come se fossimo ospiti indesiderati, che senso ha?

Ora coraggio: quali sono i cinque aggettivi con cui definireste la vostra casa?

7 pensieri riguardo “Finalmente venerdì! Casa, dolce casa”

  1. 😁 divertente la risposta!
    La mia casa:
    GRANDE “troppo” grande. Quando vivevamo in appartamento mi lamentavo perché era come fare un puzzle per poter tenere in ordine tutte le cose, specialmente libri, tanti libri, che ora con lo spazio sono ulteriormente aumentati, come se avessimo il tempo per leggerli tutti, Illudendoci che prima o poi lo faremo … poi.
    Con GIARDINO. Era uno spazio verde tutto nostro che desideravamo di più e ora che c’è è disseminato di tante piante, non c’è mese che non ci sia una pianta fiorita, veramente tante, troppe? No, c’è sempre un esemplare di cui non possiamo proprio farne a meno, vorremmo, ma proprio non ci si riesce a dire di no ☺️
    LUMINOSA. Non poteva essere altrimenti, interno ed esterno devono dialogare. E’ l’unica cosa che ho raccomandato al progettista, visto che, di stare al buio per sempre c’è sempre tempo, riuscendo a farlo ridere 😂
    IMPEGNATIVA. Eh già, tutto si paga.
    Mi piace tenere la casa in ordine e pulita, ma non sempre ci riesco. Le ns figlie sono adulte, ma stanno impostando la loro vita lavorativa come libere professioniste e poi si devono anche svagare e fra una coccola e l’altra al gatto di casa, entrano ed escono, quasi come il ns “peloso”, con l’unica differenza che a lui la porta la devo aprire e chiudere e mentre loro seminano vestiti 👗 che devono essere lavati, lui semina il suo lungo pelo dappertutto. Ma neanche di lui potremmo farne a meno.
    VIVACE. No, non intendo colorata, mi sono sempre piaciuti i colori delicati, tono su tono, in questo senso direi ELEGANTE.
    Vivaci siamo noi, anzi no elettrici! Ma quando sono tutti al lavoro, mio marito poi oltre che con me è sposato con il lavoro, vabbè c’è di peggio, la casa mi piace meno, troppo silenzio!
    Vabbe’ è troppo grande e lo sarà di più nel momento in cui i ns uccellini spiccheranno il volo, ma non la cambierei con nessun’altra al mondo.

  2. Piccola
    Imperfetta
    Confortante
    Carina
    Mia (possessivo)
    …sembran gli stessi aggettivi che potrebbe dire mio marito su di me 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.