Natale, Ricevere, Tradizioni

Aspettando il Natale. Il quaderno delle feste

Sapete quanto io sia teorica del quaderno degli inviti, quel libriccino del cuore da compilare a mano, pranzo dopo pranzo, cena dopo cena, per tenere memoria di ogni occasione conviviale che abbiamo avuto la fortuna di ospitare. Un oggetto semplice e pratico ma allo stesso tempo prezioso, non solo per ricordare le pietanze servite e annotare idiosincrasie e preferenze dei nostri ospiti, ma anche per creare – nel tempo – una preziosa storia familiare raccontata attraverso la tavola, da leggere e rileggere per ricordare “come eravamo”.

Quaderno di Natale a casa di BiancaSfogliando il mio, qualche settimana fa, mi sono resa conto che sono quasi del tutto assenti i pranzi di Natale. La spiegazione è tutto sommato semplice: riuniamo sempre le stesse persone, cuciniamo sempre (o quasi) gli stessi piatti, frutto di consolidate tradizioni familiari. Eppure, mi sono detta, qualcosa dovrei fare. L’illuminazione me l’ha data Gisella, in un articolo del suo blog MyPieSite proprio dedicato al Natale: un nuovo quadernino tutto per la più bella festa dell’anno, dove annotare anno dopo anno regali, preparativi, e ovviamente tutti i dettagli di menù e tavole.

A quel punto, bisognava scegliere il quaderno giusto: non cercavo niente di pretenzioso, solo un oggetto semplice e pratico che però mi trasmettesse quel senso di serenità e poesia che avvolge il periodo delle feste. L’ho trovato, come ormai quasi tutto quello che mi piace, in uno shop on line, precisamente quello di uno dei miei brand inglesi preferiti, Wrendale Designs ( e da oggi il mio hastag social #pubblicitàaggratis – ovvero “me lo pago, mi piace e ve lo dico senza guadagnare niente” – sbarca anche qui, tanto per non lasciare il dubbio che sia un  marchettone travestito da consiglio amichevole): dovevo comunque fare un ordine di cancelleria e ne ho approfittato per inserirlo.Quaderno di Natale a casa di BiancaHa sulla copertina (poteva essere altrimenti?) un allegro pettirosso, l’ho ricevuto nei giorni scorsi e non vedo l’ora di iniziare a compilarlo. E’ vero che a Natale mancano diverse settimane, ma idee e spunti iniziano a fare capolino nei miei pensieri e non mi sembra male metterli nero su bianco con un po’ di ordine.Quaderno di NataleOra devo decidere bene come organizzarlo, il mio quaderno di Natale: pensavo a una sezione regali con idee e scelta definitiva (sai mai che le idee non concretizzate tornino buone in altre occasioni), una seconda con note su addobbi e tavole, una terza più tradizionale con i menù delle feste. Altre idee o suggerimenti? Lo spazio dei commenti è aperto!

 

 

16 pensieri riguardo “Aspettando il Natale. Il quaderno delle feste”

  1. Approfittando per salutarti, ed augurarti una buona giornata, riemergo dal mio letargo. Ti leggo sempre con piacere, e stamattina questo quadernino delicato mi dà la carica per una giornata lunga….io ho da sempre un quaderno di natale, che poi è stato allargato a quaderno di natale e dei regali. strutturato più o meno come tu dici, ha In aggiunta una parte dove mi segno anche i regali ricevuti, sia da me, sia dai bimbi, alla fine torna utile e sono memorie di famiglia anche queste . Buona giornata cara. A presto…

      1. Lieta di averti dato un’idea 🙂
        Sto bene, si in pausa dal blogging e dai social, principalmente a causa dell’arrivo della desiderata seconda figlia ….
        Nora Maria è nata un anno fa e ancora non mi riprendo uno spazio mio… 😉

  2. Beh io quando ho letto il post di Gisella non ho perso tempo e sono andata in cerca di un quaderno natalizio ma essendo ancora presto mi sono accontentata di un semplice quaderno che ho rifoderato con la carta di un sacchettino natalizio un po’ vintage raffigurante Babbo Natale con i doni.
    Se poi in futuro mi capiterà di trovarne uno adeguato continuerò su quello.

    1. Tanto alla fine è quello che c’è scritto dentro che conta! Il mio storico quaderno degli inviti, per dire, è un normalissimo quadernino di carta riciclata ma per me è il più prezioso del mondo ❤

  3. Non so se sarò mai così metodica da affrontare un lavoro certosino come quello di cui parli tu, ma questa è sicuramente una nuova idea, sia per regali di quest’anno che per una nuova tradizione (da girare subito alla FigliaGrande, a cui sto, man mano, passando molte delle consegne) 😉
    Adesso vado a leggere i link . . . Ah, mi piacciono le “pubblicitàagratis”, la trovo una condivisione di conoscenze, utili, con le amicizie, reali e/o virtuali! 🙂

    Ciao, Fior

      1. Son anch’io per la condivisione . . . in questo modo sei libera di parlare di qualunque prodotto o ditta, bene o male, senza condizionamenti . . . ci sono siti di foof blogger che ti specificano mezza etichetta per ogni prodotto . . . non mi piacciono.
        Come dici tu, sono tutte “marchette”! 🙂
        Ciao Fior

  4. Il quadernino è proprio carino come tutti gli oggetti decorati con i disegni di Wrendale, romantici, british, evocativi del meraviglioso country side… peccato che io mi senta così poco natalizia e non solo ora che mancano due mesi e mezzo, ma proprio in generale.

  5. Donna, what a wonderful idea to keep a memory book. The one you have is just beautiful with the pretty robin on it . I love birds! I hope that you have a happy and blessed day!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.