Tag

, , ,

Sapete quanto io sia teorica del quaderno degli inviti, quel libriccino del cuore da compilare a mano, pranzo dopo pranzo, cena dopo cena, per tenere memoria di ogni occasione conviviale che abbiamo avuto la fortuna di ospitare. Un oggetto semplice e pratico ma allo stesso tempo prezioso, non solo per ricordare le pietanze servite e annotare idiosincrasie e preferenze dei nostri ospiti, ma anche per creare – nel tempo – una preziosa storia familiare raccontata attraverso la tavola, da leggere e rileggere per ricordare “come eravamo”.

Quaderno di Natale a casa di BiancaSfogliando il mio, qualche settimana fa, mi sono resa conto che sono quasi del tutto assenti i pranzi di Natale. La spiegazione è tutto sommato semplice: riuniamo sempre le stesse persone, cuciniamo sempre (o quasi) gli stessi piatti, frutto di consolidate tradizioni familiari. Eppure, mi sono detta, qualcosa dovrei fare. L’illuminazione me l’ha data Gisella, in un articolo del suo blog MyPieSite proprio dedicato al Natale: un nuovo quadernino tutto per la più bella festa dell’anno, dove annotare anno dopo anno regali, preparativi, e ovviamente tutti i dettagli di menù e tavole.

A quel punto, bisognava scegliere il quaderno giusto: non cercavo niente di pretenzioso, solo un oggetto semplice e pratico che però mi trasmettesse quel senso di serenità e poesia che avvolge il periodo delle feste. L’ho trovato, come ormai quasi tutto quello che mi piace, in uno shop on line, precisamente quello di uno dei miei brand inglesi preferiti, Wrendale Designs ( e da oggi il mio hastag social #pubblicitàaggratis – ovvero “me lo pago, mi piace e ve lo dico senza guadagnare niente” – sbarca anche qui, tanto per non lasciare il dubbio che sia un  marchettone travestito da consiglio amichevole): dovevo comunque fare un ordine di cancelleria e ne ho approfittato per inserirlo.Quaderno di Natale a casa di BiancaHa sulla copertina (poteva essere altrimenti?) un allegro pettirosso, l’ho ricevuto nei giorni scorsi e non vedo l’ora di iniziare a compilarlo. E’ vero che a Natale mancano diverse settimane, ma idee e spunti iniziano a fare capolino nei miei pensieri e non mi sembra male metterli nero su bianco con un po’ di ordine.Quaderno di NataleOra devo decidere bene come organizzarlo, il mio quaderno di Natale: pensavo a una sezione regali con idee e scelta definitiva (sai mai che le idee non concretizzate tornino buone in altre occasioni), una seconda con note su addobbi e tavole, una terza più tradizionale con i menù delle feste. Altre idee o suggerimenti? Lo spazio dei commenti è aperto!