Brocante folies, English Transferware

A gentile richiesta. Pulire il transferware antico

Post a richiesta oggi per rispondere a quanti, nel mio gruppo Facebook ma anche altrove, mi chiedono come rimuovere dagli oggetti in transferware più vecchi i segni del tempo. Tipicamente, si tratta di tracce di teina/caffeina o, nei casi più difficili, di accumuli di grasso insinuatisi negli anni sotto l’invetriatura.

piatti giro elettorale a casa di BiancaQuando le sostanze macchianti sono penetrate sotto l’invetriatura si rende necessario agire con prodotti chimici che possano rimuovere lo sporco senza danneggiare il pezzo. Ci sono diversi modi per procedere in questo senso, ma oggi vi parlerò dell’unico che ho personalmente sperimentato, e con successo, su questo vecchio piatto italiano  purtroppo ridotto in condizioni terribili e su due piattini inglesi in condizioni decisamente migliori. Le foto non sono un granché ma le avevo scattate per documentazione personale, non per pubblicarle.

Prima di cominciare, una doverosa avvertenza: questo è un metodo da usare seguendo scrupolosamente tutti i passaggi e comunque a proprio rischio e pericolo. Il rischio di rovinare l’oggetto, purtroppo, c’è sempre: va quindi ben valutato se vale la pena rischiare o meno.

Il metodo, che ho trovato descritto in questo libro, si basa sull’uso di prodotti sbiancanti a base di ossigeno: in ordine di intensità d’azione, troviamo le pastiglie pulenti per le dentiere, i detersivi per bucato tipo Oxy, e infine l’acqua ossigenata (solo acqua ossigenata, senza creme o altro) a 20 volumi. Le prime servono per le macchie più leggere e si utilizzano seguendo le modalità indicate sulle confezioni, facendo solo attenzione a non usare acqua troppo calda. I secondi sono per macchie più impegnative, ma ammetto di non averli mai usati e quindi non ne parlerò. L’acqua ossigenata si usa invece per i casi più difficili. Ecco come procedere.

Bisogna procurarsi un recipiente con coperchio abbastanza capiente da contenere comodamente il pezzo, che andrà lavato con delicatezza e quindi completamente immerso nel perossido. E’ possibile inserire più oggetti nello stesso contenitore, a condizione che ogni loro parte sia a contatto con il liquido: il trucchetto è inserire spiedini in legno tra un pezzo e l’altro.

Pulizia transferware antico a casa di BiancaUna volta chiuso ermeticamente, il contenitore andrà posizionato nei pressi di una fonte di calore (termosifone, stufa) o, nella bella stagione, esposto al sole. Dopo circa una settimana il grasso presente nell’oggetto avrà già iniziato a salire in superficie. Utilizzando dei guanti a protezione delle mani e facendo attenzione a non schizzarsi, si dovrà estrarre delicatamente l’oggetto e porlo ad asciugare nel forno, dapprima freddo e poi portato gradualmente in modalità ventilata alla temperatura di 50° (non di più e non in modo brusco, o rischieremo che il nostro pezzo si rompa!). Attenzione, l’oggetto non deve toccare la placca: anche in questo caso degli spiedini in legno saranno perfetti per creare il giusto isolamento.

Il pezzo andrà lasciato in forno circa un’ora e mezza, fino ad asciugatura completa. A quel punto la superficie sarà ricoperta di bollicine di grasso che, una volta raffreddato completamente il pezzo a temperatura ambiente, si potranno rimuovere delicatamente con acqua tiepida e detersivo per piatti.

Pulizia transferware antico a casa di BiancaSe il trattamento non fosse stato sufficiente per ottenere il livello di pulizia desiderato, è possibile ripetere tutto il ciclo, ancora una volta a nostro rischio e pericolo, utilizzando acqua ossigenata nuova. Per quel che mi riguarda, con il piattino della foto ho eseguito quattro cicli di pulizia, e poi mi sono fermata perché avevo paura di strapazzarlo troppo. Il risultato è stato comunque discreto.

Piatto commemorativo vintage giro elettorale a casa di Bianca

Viceversa, con i piattini a mezzaluna è stata sufficiente un’unica immersione della durata di quattro giorni per avere un risultato quasi perfetto.

6 pensieri riguardo “A gentile richiesta. Pulire il transferware antico”

  1. Ciao Bianca mi sono iscritta al tuo gruppo in “incognito” 😄ovvero con il nome del mio maritino 😉. Spero vada bene l’iscrizione, Grazie buona serata, luisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.