Decorare, English Transferware, Estate, Ricevere, Ricevere all'aperto, Stile, Tavola

Tavole. Transferware da mare

Le vacanze sono ormai finite, e la vita riprende il suo solito tran-tran. Ufficio, cose di casa, impegni familiari di vario genere: tutto sembra tornato nei consueti binari. Resta però ancora una discreta voglia di mare. E non avendolo a portata di mano, perché non ricostruirne almeno l’atmosfera in una tavola che mescoli atmosfere di vacanza e storiche passioni?

Tavola mare a casa di Bianca

Non ho mescolato solo quello, in realtà: la mia tavola mixa infatti colori, fantasie e stili in un girotondo che personalmente trovo molto fresco, divertente e anche decisamente armonico.

Tavola transferware mare a casa di Bianca

Tutto inizia con la mia fouta, recente compagna di sole (poco) e di bagni (tanti), ora riciclata come tovaglia per il tavolino da balcone. Le sue righe allegre, che alternano al bianco due toni d’azzurro e un tocco di color lampone, sono lo sfondo perfetto per dimostrare una volta in più come il transferware non sia adatto solo a tavole classiche e formali.

Tavola transferware mare a casa di Bianca

Accompagnati da sottopiatti color burro, ecco infatti due piatti in una delle tante versioni del tradizionale decoro Asiatic Pheasant in variante rosso lampone. Stesso colore ma diverso disegno, se pur in stile, per i piattini per il pane. Rosso intenso anche per i tovaglioli, in cotone pesante.

Tavola transferware mare a casa di Bianca

Azzurro invece per le posate, dal delicato tocco floreale, in perfetta nuance con l’azzurro più chiaro della “tovaglia”. Riprendono il tono più scuro i bicchieri, solidi, moderni e dal gusto decisamente estivo.

Tavola transferware mare a casa di Bianca

Un mix così vivace di colori e fantasie non necessita di dettagli decorativi importanti, anzi. Ecco quindi che tutto si riduce a dei divertenti pesci in legno, in due toni di azzurro. Li ho utilizzati innanzi tutto come segnaposto, a rallegrare il tono un po’ serioso del tovagliolo.

Tavola transferware mare a casa di Bianca

Mi sono anche divertita a disporli a pinneggiare qua e là per la tovaglia.

Tavola transferware mare a casa di Bianca

Come centrotavola, ho utilizzato una brocca ancora in transferware rosso lampone che accoglie un semplicissimo bouquet di margherite ed edera: non è stagione di grandi fioriture, questa, e ci si deve accontentare.

Tavola transferware mare a casa di Bianca

E adesso dite la verità: pensate ancora che il transferware debba abbinarsi per forza a posate d’argento, cristalli e tessuti d’antan?

Tavola transferware mare a casa di Bianca

Chiudiamo come sempre con la tradizionale #pubblicitàaggratis:

Tovaglia: telo mare in cotone Jolie, Firenze

Tovaglioli: Hom Store

Sottopiatti: Ikea “Arv”

Piatti piani: Crown Ducal “Bristol”, vintage, presi in un mercatino

Piattini quadrati: Johnson Brothers “Old Bradbury”, vintage, presi in un mercatino

Bicchieri: Comtesse “Samoa”

Posate: Neva “China roses” 

Brocca: Mason’s “Stratford”, vintage, presa da Enjoy Coffee and more

Pesci in legno: no brand, presi in un Eurostore  

20 pensieri riguardo “Tavole. Transferware da mare”

      1. No forse è solo la fantasia della “tovaglia” che non mi convince, l’azzurro non è neppure il mio preferito, quanto allo sdrammatizzare, benvenga!

  1. Hai reso perfettamente l’idea di come si possa alleggerire il contesto per utilizzare il transferware in maniera informale. Il tocco di rosso sulla fouta crea il perfetto trait d’union con la decorazione delle stoviglie.
    La brocca è bellissima… non ne ho ancora comprate perché credo tengano molto posto, ed io ho finito lo spazio per il rimessaggio. É così veramente?

    1. Ehm, sì, occupano decisamente spazio perché non sono impilabili e hanno spesso forme particolari che non aiutano a infilarle proprio dappertutto. Però sono talmente belle che meritano lo sforzo! Io per dire ne ho diverse in bella vista in giro per casa, e mi salvo così 😊

  2. Di tavole belle se ne vedono tante, ma le tue sono… Non trovo il termine… replicabili, reali, fattibili, misurate, possibili, conviviali… Se avessi ospiti ne uscirebbero grandi complimenti ma nessun disagio per il troppo sfarzo. In questo caso la tovaglia ha “smorzato” alla perfezione dei piatti importanti. Perfetta. Poi mi piace quando inserisci qualche pezzo “svedese” che tutte possono toccare con mano e valutarlo per un eventuale acquisto!

    1. Non sai quanto mi ha commosso il tuo commento. Se c’è qualcosa che dà un senso a questo mio giochicchiare è proprio il desiderio di offrire idee e spunti concreti e replicabili senza particolare sforzo, anche economico. Sapere di riuscirci, almeno ogni tanto, è per me una grandissima gioia. Grazie, grazie di cuore

  3. Bentornata! Tavola veramente originale e armoniosa: copierò l’idea di sdrammatizzare i miei transferware rossi, che vedevo monotonamente destinati a tavole classiche…

  4. Bellissima questa tavola!
    Non avrei mai pensato che righe e fiori potessero abbinarsi così bene.
    Un caro saluto
    Francesca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.