Decorare, Ricevere, Stile, Tavola

Tavole. Fiori di febbraio

Ci sono fiori dappertutto per chi è capace di vederli
(Henri Matisse)

Febbraio mi sembra sempre non finire mai. E’ il mese più corto dell’anno e il più lungo al tempo stesso: e sì che volendo c’è il Carnevale a rallegrarlo, e le giornate si fanno via via più lunghe e luminose. Per me non è abbastanza. L’inverno inizia a pesarmi e mi scopro a osservare quel poco di natura che la città concede alla disperata ricerca dei primi segni di primavera. Al momento, purtroppo, ne ho trovati pochi. Ecco perché ho deciso di sollevare il mio spirito regalandomi un piccolo sogno floreale tra le pareti domestiche.

Tè floreale a casa di Bianca

Niente di impegnativo, solo un angolino luminoso e confortevole per un tè, magari da condividere con un’amica, in uno di quei pomeriggi di chiacchiere che ormai mi sono sempre più rari. Quanti impegni soffocano le nostre giornate, e quanto poco tempo riserviamo per noi! Dovremo cambiare rotta, prima che sia troppo tardi: per questo mi piace pensare di poter davvero organizzare, in tempi non troppo distanti, un momento di relax e risate tutto al femminile.

Tè floreale a casa di Bianca

Cosa rara per me (ma come noto, chi non cambia mai abitudini è perduto), lo voglio apparecchiare sul tavolino tra i divani: un vero tè da signore anni Cinquanta, ovvero… l’esatto contrario di quello che sono io! Divertente, no? Ecco quindi che non può mancare una tovaglietta ricamata dell’epoca, in tono neutro, com’era la moda di quegli anni e che, in fondo, sta a meraviglia con tutto. Quanto alle tazze, ho scelto un verde acqua molto delicato, perfetto per questi giorni di transizione tra i colori freddi del pieno inverno e i primi pastelli di primavera. Primavera che fa capolino dall’interno della tazza, decorata da tante roselline color corallo.

Tè floreale a casa di Bianca

Il servizio non ha il secondo piattino, ma poco male: i miei piatti con gli iris si sposano alla perfezione, per stile, decori e colore.

Tè floreale a casa di Bianca

Mi piace l’effetto dei fiori che fanno appena capolino di sotto la tazza. Per questo ne ho replicato l’effetto utilizzando come sottoteiera un piatto da dolce dai vivaci decori floreali, smorzati dal tutto bianco della teiera.

Tè floreale a casa di Bianca

Gli stessi decori sono invece lasciati liberi di esplodere in tutta la loro bellezza sulla lattiera, che dà il maggiore tocco di colore all’insieme.

Tè floreale a casa di Bianca

Discreto e sul fondo, anche per ragioni pratiche, l’unico elemento decorativo: un mazzo di splendidi tulipani color corallo dalle foglie screziate. La primavera è ormai a pochi passi: ancora un po’ di pazienza, e sarà qui!

Tè floreale a casa di Bianca

Come sempre, chiudiamo con l’immancabile #pubblicitàaggratis:

Tovaglietta ricamata: vintage, presa in un mercatino

Tazze: Enjoycoffee and more, prese appunto da Chiara Simonini/Enjoycoffeeandmore

Piattini da dolce: Aynsley, vintage, presi da Chiara Simonini / Enjoycoffeeandmore

Teiera: Wedgwood “California”, dalla lista nozze

Tè: Fortum & Mason “The Wedding Bouquet”, edizione speciale per celebrare le nozze del principe Harry con Meghan Markle

Piatto e lattiera: Court China, vintage, presi da Chiara Simonini / Enjoycoffeeandmore

Alzatina in cristallo: RCR “Laurus”, vintage, presa in un mercatino

Cucchiaini e zuccheriera ovale: Argenterie Stancampiano “Elisabeth”, dalla lista nozze

Zuccheriera tonda: Old Sheffield, vintage, regalo della suocera

Tulipani: regalo della mia mamma

12 pensieri riguardo “Tavole. Fiori di febbraio”

  1. La prima cosa che mi viene di scrivere . . . “W la mamma!” 💞

    Ci sono quelle volte, in cui mi apparecchio “da Signora” anche solo per me . . . Se ho bisogno di coccole! 😆😉😲

    Buona settumana!!! 💞

  2. Buon giorno!
    Bel post!
    Io apparecchio così tutte le mattine.
    Ho bisogno di iniziare la giornata con la bellezza perciò ho eliminato tutte le tovagliette industriali, le americane plastificate, le tazze spaiate, ecc..per far spazio all’eleganza.
    Pazza? Probabile!
    Colgo l’occasione per chiederti, cara Bianca, un po’ di galateo sulla colazione/thè.
    Per esempio: i cucchiaini vanno in alto o a fianco? Il piattino da dolce sempre sotto la tazza? La tovaglietta va sempre messa “di sbiego” come fai tu nella foto o anche dritta?
    Buon lunedì!
    Francesca

    1. Per quel che ne so – o almeno, io faccio così- il cucchiaino va sul piattino della tazza o al massimo di lato. Il piatto da dolce di solito lo metto sotto, tranne per le colazioni quotidiane, lì metto piatto al centro e tazza in alto a sinistra. A destra invece metto il bicchiere.
      Per la tovaglietta direi che dipende dalla misura: se non ha almeno un po’ di caduta la preferisco di traverso. Molto anni Cinquanta, in fondo 😊

  3. Tutto deliziosamente raffinato e femminile, poi adoro i tulipani che troneggiano a centro tavolo anche da me, la voglia di primavera c’è l’ ho già da due settimane e qui se ne vedono piccoli segnali. Ho acquistato dei fiori proprio per accogliere questa stagione che oramai è alle porte. Ieri ho “avvistato” una salsiera deliziosa in un mercatino, non sono un esperta e temendo di sbagliare valutazione ho lasciato perdere e già me ne pento, ahimè… vorrei replicare la tua idea per il centrotavola di Pasqua…ma non so mai se il prezzo che chiedono è adeguato …

    1. Ti capisco, il punto è che un prezzo “adeguato” per questo genere di articoli è difficile da definire, perché – da quel che ho potuto vedere – il mercato ha variabilità regionali incredibili. Diciamo che bisogna andare un po’ a istinto…

  4. Che freschezza primaverile! Mi piacciono molto le tazze, con quel punto di verdeazzurrino che sa di nuova stagione; e niente di meglio di una chiacchierata tra amiche e una tazza di tè preso come si deve!
    Quanto a febbraio, penso sia questione di esperienza personale: Da bimba lo amavo per il Carnevale, da adulta perché, dopo i “saldi di fine quadrimestre” a scuola, tra ultime verifiche e interrogazioni, consegnate le pagelle potevo tirare il fiato… 😁 Comunque ormai siamo a buon punto, le giornate sono più lunghe (una manna per me, incline alla depressione col buio), ieri in giardino c’erano già primule e viole e l’erba cipollina nel vaso in terrazza sta rigermogliando 😃

    1. Anche per me il rispuntare dell’erba cipollina è un inequivocabile segno della prossima fine dell’inverno! Proprio ieri dopo averti letta ho ripulito il vaso delle arometiche ed eccoli lì, i primissimi filetti di cipollina! Mi hanno proprio messo di buon umore!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.