Decorare, Ricevere, Stile, Tavola

La difficile arte del mix & match. 1. Usare il colore

Ah, l’armonia, quella magica combinazione di elementi diversi che tanto è gradita all’animo umano! E’ così difficile crearla, e allo stesso tempo apparentemente così semplice: perché l’armonia non è chiassosa, non è invadente, è appunto pace per gli occhi e per il cuore. Dato che negli ultimi tempi sto lavorando molto sul mix & match, ho pensato di dedicare un po’ di spazio anche qui sul blog a questa difficile quanto incantevole arte, ovviamente applicata alla tavola.

Cent'anni di meraviglia a casa di Bianca

Chi mi segue da tempo sa che sono stata a lungo diffidente rispetto al mischiare pezzi e stili diversi. Non perché non mi piacesse, ma perché non mi riusciva naturale e di conseguenza raramente me ne piaceva il risultato. Credetemi, anche se l’effetto finale di un abbinamento ben riuscito fa pensare a un qualcosa nato in modo quasi casuale, non è per nulla facile ottenere un buon risultato. Abbinare pezzi diversi è decisamente insidioso, e il terribile effetto “una scarpa e uno zoccolo” è sempre in agguato. Ultimamente però ho preso un po’ più di coraggio, ho studiato e fatto molte prove, e credo di aver capito qualche trucchetto per favorire la creazione di un insieme misto ma armonico. Poi intendiamoci, resto sempre quella che cerca i servizi completi perché un domani anche la moda del mix & match passerà: diciamo che sto imparando a mescolarli tra loro!

Per creare armonia, si deve trovare un filo conduttore che leghi i diversi pezzi che vogliamo usare. Per esempio, il colore. Mixare giocando sul colore può voler dire molte cose. Per iniziare, possiamo lavorare scegliendo diverse sfumature dello stesso colore: in questo caso la difficoltà starà nell’armonizzare toni più caldi e toni più freddi. Un buon aiuto per minimizzare differenze sensibili tra i vari punti di colore prescelti può venire dall’abbinare fantasie diverse tra loro, come in questo esempio.

Tavola di Pasqua in rosa a casa di Bianca

Se invece ci piace il contrasto, possiamo restare nell’ambito dello stesso colore, scegliendone toni sensibilmente più chiari e scuri, come nell’altro esempio qui sotto.

Osando un pochino di più, possiamo abbinare pezzi che hanno solo un colore in comune. In questo caso il trucco è riprendere non tanto il tono prevalente ma quello meno visibile, per dare un effetto più intenso senza perdere in armonia.

Giorno del Ringraziamento a casa di Bianca

Per finire, non ci resta che osare al massimo, combinando colori anche molto diversi tra loro. Qui, però, per non cadere nel caos è necessario inserire un nuovo criterio, cioè la compatibilità stilistica. Ma ne parleremo meglio nel prossimo post!

4 pensieri riguardo “La difficile arte del mix & match. 1. Usare il colore”

  1. In questo campo sono proprio una neofita… Ammiro ogni tuo abbinamento, che sembra così naturale, come un maquillage ben fatto o un bel mazzo di fiori, ma è il risultato di un attento studio. Comunque sto iniziando ad abbinare un paio di piatti alla volta; il mix & match mi viene più facile con le tazze da tè, forse perché mi dà l’idea di un’occasione meno impegnativa, più libera… Attendo altri consigli! 😃

    1. Ti capisco, io ci ho messo moltissimo per iniziare a provare e di più prima di avere risultati decenti. Ma come dicevo sopra, provare è davvero divertente, e quando ci si diverte tutto riesce meglio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.