Ricevere, Riflessioni

Sospesi

Ho dimenticato di aggiornare il blog, la settimana scorsa. Vorrei finalmente allestire la tavola che ho in mente per gennaio, ma non c’è giorno in cui condizioni di luce e disponibilità di tempo coincidano. Il nuovo progetto langue per carenza di abilità tecnica e di energie. Insomma, galleggia tutto in un tempo sospeso .

Mi sembra impossibile, ma giusto un anno fa ero in partenza per Londra, con appena una leggera inquietudine nata dalle prime, confuse notizie su una strana malattia che si stava diffondendo in Cina.

Chi avrebbe immaginato che appena un mese dopo ci avrebbe travolti come uno tsunami?

Oggi, a quasi un anno di distanza, siamo qui, ancora increduli e spaesati. Sospesi, appunto, in una vita che non riconosciamo e a cui, probabilmente, dovremmo rassegnarci ancora per un bel po’. Oscilliamo tra senso di autoconservazione e desiderio di fare progetti, che però si perdono nelle nebbie di un orizzonte indefinito.

Insomma, possiamo solo attendere, e sperare. Com’è difficile, però…

12 pensieri su “Sospesi”

  1. Su su che non appena sarà finito e torneremo alla vita di prima in cui non ci sarà mai un attimo di respiro riandremo con il pensiero a queste domeniche di lockdown col brutto tempo in cui ciondolavamo per casa con non troppo da fare…

  2. Esatto, tempo sospeso… giusto oggi “festeggio” un anno di isolamento, o arresti domiciliari, come dico io (il coniuge aveva appena fatto un piccolo intervento, giusto finita la convalescenza è scattato il lockdown 🙄). Siamo stati fortunati (pensionati, in campagna), ma la solitudine si è fatta sentire parecchio, nonostante il web, le videochiamate e le rare e preziose visite dei nipotini, quando concesse dalla situazione…
    Spaesata, sì: temo che impiegherò un bel pezzo, dopo, a riabituarmi alla vicinanza della folla e a non vedere ogni passante come un potenziale nemico.
    Comunque non dobbiamo lasciarci vincere dallo scoraggiamento: non c’è nulla di eterno, su questa Terra, neanche la pandemia, che prima o poi finirà: è quasi febbraio, le giornate si allungano, arriverà la primavera; ogni giorno è un passo avanti verso la liberazione da questo incubo; e torneremo a realizzare progetti….

    1. Tempo che riesco a rispondere (scusate) febbraio è arrivato e galoppa. Poco male, appunto ogni giorno che passa ci avvicina alla fine di questo incubo: anche a me capita di percepire il prossimo come un nemico, ed è veramente orribile. Meglio guardare avanti, sperando che davvero la primavera ci porti finalmente tempi migliori!

  3. In questo tempo sospeso la nostra vita si aggrappa in egual misura ai gesti quotidiani e ai sogni. Mi sento fortunata per tanti motivi.

      1. Tutto chiarito, credevo c fosse qualcosa che non funzionava perche non mi ero accorta che li aggiornavi ogni 15giorni.

  4. Ciao da Hudson Valley New York state… mi scusi il cattivo italiano ma parlo un po..
    ti mando un abbracio.

Rispondi a Donna Bianca Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.