Casa, Confessioni, Finalmente venerdì

Finalmente venerdì! Casa, dolce casa

E' venerdì, ci aspetta il fine settimana, è tempo di un po' di leggerezza. Vi propongo quindi un giochino ispirato ad un post che ho letto sulla pagina FB della rivista di arredamento inglese di cui, ahimè, non ho tenuto il riferimento. Cinque parole, solo cinque, per descrivere la nostra casa. Ci state? Allora andiamo,… Continue reading Finalmente venerdì! Casa, dolce casa

Confessioni, Finalmente venerdì, Stile

Finalmente venerdì! Ci sono ancora le mezze stagioni

Non è che non si sappia, che la primavera è capricciosa: alterna caldo a freddo e pioggia a bel tempo, com'è giusto che sia nelle stagioni di mezzo. Già, le mezze stagioni. Luogo comune vuole che non esistano più, invece ci sono eccome, solo che non sono simpatici periodi dalle temperature che si spostano armoniosamente… Continue reading Finalmente venerdì! Ci sono ancora le mezze stagioni

Confessioni, Stile, vita in campagna, Volersi bene

Confessioni. Vivevo l’Hygge, e non lo sapevo

L'invasione è cominciata da qualche mese, prima all'estero e poi anche da noi: post e video su tutti i social, articoli di giornale, i primi libri già in bella vista nelle librerie. E' la nuova moda che avanza, arriva dalla Danimarca ed è francamente impossibile non averne ancora sentito parlare: è il mitico Hygge, parola… Continue reading Confessioni. Vivevo l’Hygge, e non lo sapevo

Confessioni, Ricevere

Confessioni. Punti e a capo

In principio fu l'Ovomaltina. Correvano i deprimenti anni Settanta, nell'oro non nuotava nessuno - anzi! - e le occasioni per ricevere doni erano circoscritte a Natale e compleanno. Come farsi quindi sfuggire l'occasione di una tazza nuova, ad allegre righe colorate, e per di più personalizzata con il proprio nome? Non era difficile: bastava ricordarsi di… Continue reading Confessioni. Punti e a capo

Arredamento, Confessioni, Ricevere, Stile

Confessioni. Dieci mode che non mi avranno

Non ricordo in che romanzo (forse L'età dell'innocenza di Edith Warton?), si ricordava come una signora elegante non indossasse mai un abito appena acquistato, ma lo lasciasse "decantare" un po' nell'armadio per essere sicura di non essere vestita all'ultima moda, cosa che evidentemente appariva come l'antitesi del buon gusto. Non arrivo a tanto, ma ho… Continue reading Confessioni. Dieci mode che non mi avranno