Decorare, Natale, Ricevere, Stile

Decorare. Prime luci di Natale

©acasadibianca
©acasadibianca

Sembra incredibile, visto che anche oggi si poteva girare in impermeabile (e qui dalle mie parti credo sia un record assoluto, per il 19 novembre) ma manca poco più di un mese a Natale! I negozi lo sanno e tracimano di addobbi, ma per me è ancora difficile pensarci,  distratta come sono da questo tiepido autunno che sembra non aver nessuna intenzione di cedere il passo all’inverno.

D’altra parte, l’abbondanza di offerta è talmente martellante che è davvero difficile non lasciarsi indurre in tentazione. E se finora ero stata bravina, limitandomi a piccole cose che nelle intenzioni dovrebbero diventare decorazioni per i pacchetti, ieri ho clamorosamente ceduto di fronte a queste meravigliose lanterne in ceramica bianca. Niente di pregiato, intendiamoci: però l’effetto che fanno con il solo aiuto di una minuscola candelina è davvero strepitoso.

©acasadibianca
©acasadibianca

La varietà di decori era enorme, e scegliere non è stato per nulla facile: dopo lunghi ripensamenti, alla fine ho deciso per una piccola serie di paesaggi innevati. Una sorta di minuscolo villaggio di Natale perfetto per dare luce ad un angolo un po’ serioso della casa.

©acasadibianca
©acasadibianca

Non so ancora dove lo metterò, se sulla credenza in sala o come segno di benvenuto in ingresso. Ho anche il dubbio su come illuminarlo: la scelta naturale, e la più suggestiva, è quella delle classiche tealights. Tuttavia, avendo in casa un cane piuttosto vivace, non sono sicura che lasciare fiamme accese sia una buona idea: potrei quindi ripiegare sulle analoghe alternative a led, che simulano – un po’ artificiosamente, va detto – luce e tremolìo della fiamma. Diciamo che deciderò all’ultimo momento.

©acasadibianca
©acasadibianca

Insomma, nonostante il tempo ingannevole, il conto alla rovescia verso il Natale è ufficialmente partito. Siete pronte per cominciare i preparativi?

7 pensieri riguardo “Decorare. Prime luci di Natale”

  1. Lo ammetto candidamente, era il titolo previsto per una delle ultime fatiche della food writer famosa di cui ogni tanto si parla anche qui… Il titolo del suo libro è poi cambiato, ma mi era rimasto in testa… Al momento di scegliere un nome per il blog, mi è tornato in mente, e di getto ho scelto quello!

    1. Me lo ricordo, e secondo me – devo averglielo anche scritto – è stato un vero peccato abbandonarlo… ma visto che è rimasto libero, hai fatto benissimo ad adottarlo 🙂
      Ps ho ancora in sospeso un post su una bellissima mostra di abiti da sposa che ho visto a Londra: interessa?

  2. Sarà sicuramente quella del Victoria and Albert… altro che se mi interessa, anzi ti invidio moltissimo per averla vista 🙂
    Dai dai, fai sognare un po’ anche noi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.