Decorare. La magia del Natale

Tag

, , , , , , , ,

Non c’è notte più magica della Vigilia di Natale. La casa è immersa in un clima ovattato: la musica suona piano in sottofondo, le candele sono accese, dalla cucina arriva il profumo di cose buone e i regali aspettano ben impacchettati sotto un albero che scintilla di mille piccole luci. Nel presepe, la mangiatoia è pronta per accogliere il Bambinello, la stella cometa brilla alta sulla Capanna e i pastori sono già in viaggio per incontrare il Salvatore. E’ una sera dall’atmosfera così speciale che da ormai molti anni abbiamo deciso di farne un piccolo spazio di festa tutto per la nostra famiglia, una sorta di prologo al grande pranzo del giorno di Natale.

Luci di Natale a casa di Bianca

La tavola che accompagna questo rito non può che essere davvero speciale, e per essere certa di non farmi sfuggire nessun dettaglio quest’anno ne ho allestita una sorta di prova generale, che oggi condivido con voi all’interno del blog hop tutto italiano organizzato da Gisella di Mypiesite e dedicato proprio a La Magia del Natale. Io e le blogger che partecipano al progetto pubblichiamo in contemporanea ricette, consigli di stile, racconti e suggerimenti per le decorazioni, mantenendo appunto come filo conduttore comune l’incanto del Natale: in calce al post trovate l’elenco delle partecipanti, mi raccomando, andate .

La magia del NataleEcco quindi che dopo la tavola in rosa della scorsa settimana, oggi vi propongo un Natale tinto d’azzurro. Ho voluto creare un’apparecchiatura semplice e rilassante, ricca di suggestioni nordiche, dove colori delicati, essenzialità, legno e luce soffusa si uniscono per creare un’atmosfera intima e soft.

Natale azzurro a casa di BiancaCome base ho scelto una tovaglia in lino pesante altoatesina sui toni dell’avorio e dell’azzurro chiarissimo. La trama del tessuto richiama il ghiaccio e i suoi ricami, che sono un po’ il tema conduttore di tutta la tavola.

Natale azzurro a casa di Bianca

Nessun sottopiatto, per accentuare la semplicità dell’apparecchiatura, e come base dei piatti molto essenziali in porcellana color avorio. Per l’antipasto, un nuovo acquisto: sei deliziosi piattini in bone china delicatamente profilati in oro e decorati da tanti fiocchi di neve nei toni dell’azzurro e del blu.

Tavola di Natale fiocchi di neve a casa di BiancaL’azzurro ritorna ancora come dettaglio dei bicchieri, impreziositi da una serigrafia che pure ricorda i ghirigori del ghiaccio.

Natale azzurro a casa di BiancaE veniamo ai dettagli in legno. Le posate, innanzi tutto, semplici e lineari, dal manico color del miele.

Tavola di Natale in azzurro a casa di BiancaPiù ricco e tutto naturale il centrotavola, composto da una ghirlanda di pigne, rametti, fiori di cotone e stelle di legno intrecciata a fili di piccole luci stellate, che si arrampicano anche a decorare due semplicissimi abeti stilizzati ancora in legno.

Albero di Natale illuminato a casa di BiancaSui tovaglioli bianchi riposano invece delicate stelle di corteccia.

Stella segnaposto a casa di BiancaCompletano la tavola tante piccole pigne sparse qua e là e delle minuscole candeline azzurre e bianche a disegni nordici che ho sistemato a mo’ di segnaposto: me ne sono innamorata appena le ho viste, e non ho avuto né avrò il cuore di accenderle perché mi sembra un vero peccato rovinarle!

Candela segnaposto per Natale in azzurro a casa di BiancaEcco, questa è la mia tavola per una sera di festa tinta d’azzurro.

Tavola di Natale in azzurro a casa di BiancaOra mi raccomando, non mancate di curiosare tra gli altri blog: vi aspettano (in rigoroso ordine alfabetico) A piedi nudi nel giardino; Charme and more; In the mood for pies; My pie site; Snow in luxury.

Qui di seguito vi lascio invece le info sugli elementi che compongono la mia tavola. Come sempre è tutta #pubblicitàggratis, perché sono oggetti che ho acquistato personalmente: niente consigli ambigui o, peggio ancora, pubblicità occulta, da queste parti! Anche i link, dove ci sono, sono inseriti per pura comodità del lettore.

Tovaglia e tovaglioli: Tessitura Ulbrich 

Piatti avorio: CuNoBa (presi in unoutlet che ora ha chiuso)

Piatti coi fiocchi di neve: Zara Home, collezione Natale 2017 

Bicchieri: vintage di marca ignota (presi in un mercatino)

Posate: Pinti Sushi Queen (le ha uguali da Zara Home, ma queste le ho pagate meno) 

Lucine: Primark

Decorazioni in legno: Vivaio Verdevalle, e qualche dono del bosco

Candeline segnaposto: Villaggio di Natale Flover

Finalmente venerdì, Christmas edition! Dieci regali jolly da tenere sotto l’albero

Tag

, , ,

Lunedì scorso, parlando di programmazione e di regali, vi ho accennato alla opportunità di tenere pronti alcuni regali “jolly” che potrebbero sempre servire. Ora, qualcuno giustamente mi ha chiesto: cosa ti intendi per regali jolly? Non mi pare quindi una cattiva idea spiegare un po’ meglio la faccenda, e fare qualche esempio pratico.

Per “regalo jolly” mi intendo un piccolo pensiero non impegnativo destinato a persone cui, ahinoi, non avevamo pensato, o utilizzato per ricambiare al volo doni che non ci aspettavamo di ricevere. Siamo nel settore dei pensierini, più che dei regali impegnativi, perché di solito i regali importanti, da fare e da ricevere, non arrivano a sorpresa: ci servirà quindi qualcosa di poco costoso ma non banale, unisex e non strettamente natalizio, perché nel caso in cui non lo dovessimo “spendere” durante le feste potremo utilizzarlo in altre occasioni, per esempio per ricambiare un invito o ringraziare di un gesto gentile.

Andando nel concreto, eccovi dieci idee per un regalo “jolly” economico e passepartout.

Il quaderno degli inviti. Lo considero un must del ricevere, e credo che chiunque ami avere ospiti dovrebbe averne uno! Ne esistono di già predisposti per lo scopo, ma non sono facilissimi da trovare. Si può però adibire all’uso anche un quaderno “neutro”, preferibilmente scegliendolo con una bella carta e ben rilegato: basterà scrivere in bella calligrafia sulla prima pagina “Quaderno degli inviti” per renderlo perfetto al nostro scopo.

Un buon vino da dolce. Un vino di qualità da abbinare a dolci e cioccolata, da stappare in chiusura di un bel pranzo o anche solo per accompagnare in modo un po’ più adulto i dolci che si offrono nel corso di un tè o di una merenda pomeridiana è sempre un’ottima scelta. L’eccellenza della nostra produzione rende la scelta veramente ampia: da veneta dovrei essere una grande fan del Recioto, ma ammetto che la mia vera passione è il Passito di Pantelleria. Qualunque sia la nostra scelta, tuttavia, sarà sempre vincente.

Una crema per le mani. Sono una fanatica del genere ma so di essere in ottima compagnia, e non solo tra le signore. Le mani sono il nostro biglietto da visita, e ormai anche gli uomini lo sanno bene e se ne occupano a dovere. Una confezione non troppo frivola  e una profumazione che vada bene per entrambi i sessi (per esempio mandorla o limone) la renderanno un regalo adatto anche all’amico o al collega che non si vergogna di prendersi buona cura di sé.

Una penna con accessorio touch screen. Le penne, si sa, non sono mai troppe: si prestano, si perdono, si esauriscono, ci lasciano a piedi quando più servirebbero e quindi più ne abbiamo meglio è. Senza pensare a oggetti di lusso, possiamo sceglierne un modello grazioso e passepartout, meglio se dotato di gommino touch screen, indispensabile per tutti quegli smartphone-dipendenti (e non sono pochi) non amano troppo picchiettare lo schermo con il dito.

Un aggeggio da cucina. Oggigiorno tutti si sentono Masterchef, e allora perché non divertirci a regalare qualche accessorio da cucina allegramente catalogabile nei “mai più senza?”. Dai più seri ai più stravaganti, c’è solo l’imbarazzo della scelta: il filtrone gigante per le erbe da brodo, il temperino per le verdure, la grattugia da tartufo, il tagliapizza fatto a bicicletta sono solo le prime cose che mi sono venute in mente. Ma credetemi, in giro c’è molto ma molto di più!

Un assortimento di semi. E’ un piccolo pensiero che sarà sicuramente molto gradito da chiunque abbia un minimo di pollice verde: si tratta semplicemente di radunare magari in un bel sacchettino in tela o anche in una scatolina una serie di sementi  che possano aiutare ad ingentilire anche solo un piccolo balcone di città. Fiori, piccoli ortaggi, semplici erbe aromatiche: la scelta è potenzialmente infinita! E non abbiamo timore a regalarli anche “fuori stagione”: la durata di una confezione di semi è molto lunga, e il destinatario dovrà solo avere un po’ di pazienza.

Un cestino di spezie. Un regalo profumato e che sa di terre lontane, perfetto per un momento come questo in cui la cucina etnica piace sempre di più. Per questo può essere un’ottima idea regalare un po’ di magia d’Oriente raccogliendo in un cestino una scelta di spezie non banali e di qualità, magari abbinate ad un piccolo ricettario che ne suggerisca l’uso. Se ne trova un’ottima scelta nei negozi specializzati in prodotti naturali: l’essenziale è che siano ben confezionate, e con scadenza avanti nel tempo, in modo che la loro fragranza si conservi in modo perfetto.

Un buon tè o una tisana. Lo so, siamo italiani e il nostro mito è il caffè, preferibilmente espresso. Ma sono sempre di più le persone che apprezzano tè e tisane, sia al risveglio, sia come pausa ristorante durante il giorno che come coccola alla fine della giornata. L’importante è ovviamente scegliere la qualità: ormai in ogni città si trovano negozi specializzati che ci permetteranno di scegliere tra mille deliziose varietà. Il consiglio è di privilegiare le miscele in foglia, magari abbinate all’apposito filtro: le bustine sono pratiche e veloci ma il risultato non è lo stesso, e visto che qui parliamo di un momento coccola, è doveroso scegliere l’opzione migliore.

Una candela profumata. Fa atmosfera, si può sistemare ovunque (camera, sala, cucina, bagno…) e solletica il più trascurato dei nostri sensi, il vituperato olfatto.  Se vogliamo farne un jolly, magari evitiamo di scegliere fragranze considerate tipicamente femminili, quindi dolci e floreali, orientandoci su profumi più neutri. Se possibile, privilegiamo quelle a base di cera naturale e scegliamole rigorosamente provviste di contenitore in vetro o metallo, non solo perché più eleganti, ma anche perché più sicure. Fermo restando che non si lasciano le candele incustodite, mai e poi mai, c’è anche il tema della cera: senza un contenitore appropriato, il rischio che coli e faccia danni è più che concreto!

Una piccola torcia con carica a dinamo. Spoetizzo clamorosamente con l’ultima proposta, ma resto pur sempre una persona pratica e credo che questo sia un oggetto che tutti dovrebbero sempre avere a portata di mano. Chiavi o altri oggetti importanti che cadono per terra al buio, tipicamente salendo o scendendo dall’auto; la luce che se ne va improvvisamente; sono tante le circostanze in cui queste piccole torce elettriche sempre pronte all’uso (non hanno bisogno di batteria, basta girare la manovellina e funzionano) possono offrire un soccorso fondamentale e insperato. Se ne trovano di tanti tipi e con tanti prezzi, non saranno stupende ma sono veramente utili. E un regalo, se almeno un pochino non è utile, che regalo è?

Ecco, queste sono le mie idee per dieci piccoli regali jolly, Avete altre idee da suggerire? Lo spazio nei commenti è aperto!

PS comunicazione di servizio: vi ricordo che martedì 12 dicembre ci aspetta il blog hop tutto italiano organizzato da Gisella di Mypiesite e dedicato a “La Magia del Natale”. Eccezionalmente quindi il prossimo post sarà on line martedì mattina anziché, come d’abitudine, lunedì. Vi aspetto!

Decorare. Have yourself a merry pink Christmas

Tag

, , , , , , , , , ,

Lo, lo so, sarebbe più che altro Have yourself a merry little Christmas, e la canticchio ormai da più di una settimana perché, non mi vergogno a dirlo, è la mia canzone di Natale preferita. Dolce e malinconica, invita a non perdere l’occasione per ritagliarsi almeno a Natale uno spazio di gioia e serenità, per quanto duro e difficile sia il momento che stiamo vivendo. Un minuscolo angolo rosa di cui godere anche nei periodi bui, insomma. Ed è proprio sulle note di questa canzone che oggi vi presento un – per me – assolutamente inedito Natale in rosa.

Christmas in pink a casa di Bianca

L’ho preparato per il Christmas tablescape blog hop organizzato dall’inesauribile Chloe di Celebrate & Decorate, capace di regalarci sempre iniziative fantastiche (per inciso, se già non lo fate seguitela anche su Facebook, posta tantissimi video tutorial mooolto interessanti). Come vi avevo preannunciato lunedì, questa settimana un nutrito gruppo di blogger – tra cui la sottoscritta – presenta le proprie idee e ispirazioni per la tavola di Natale. In fondo al post tutti i link tra cui curiosare, oltre a tutti i dettagli sui pezzi che compongono la tavola (ovviamente #pubblicitàaggratis, cioè tutto acquistato da me).

Christmas tablescape blog hopNatale in rosa, dicevamo. Un rosa antico, dal gusto quasi vittoriano, scelto un po’ perché avevo voglia di cambiare, un po’ perché sono in vena romantica e un po’ perché volevo sfidare la mia capacità di andare oltre i colori di tradizione. Ci sarò riuscita? Me lo direte voi…

Christmas in pink a casa di BiancaPer iniziare, vi dico che questa tavola mi ha permesso di vedere come tante cose che mai avrei pensato di associare al Natale siano in realtà molto più eclettiche di quanto io stessa pensassi: e questo, lo ammetto, mi è piaciuto moltissimo. Ma andiamo con ordine. Come base ho scelto una delle mie tovaglie preferite, presa in Austria ma in effetti altoatesina: un bellissimo tessuto in lino pesante damascato color avorio impreziosito da un delicato pizzo di cotone. Le ho sovrapposto dei sottopiatti in vetro bordato d’oro, romantici ma anche molto leggeri.

Christmas in pink a casa di BiancaHo quindi abbinato dei piatti avorio dalla linea semplicissima a uno dei miei decori inglesi preferiti, questa volta declinato in rosa: lo avevo acquistato pensando a una tavola di primavera, e invece eccolo qui, a dare un sapore vittoriano al mio Natale. Romanticismo e un tocco vittoriano anche per le posate, color avorio e dall’effetto madreperlato. Semplicità e dolcezza per i bicchieri, in vetro ottico veneziano, perfetti per riflettere le luci del Natale.

Christmas in pink a casa di BiancaE veniamo alle decorazioni, che sono in effetti il cuore di questa tavola. Come segnaposto, dei minuscoli angioletti in legno realizzati da un artigiano altoatesino, presi qualche anno fa durante una vacanza.

Christmas in pink a casa di BiancaSul tovagliolo, delicatamente appoggiate come segno di benvenuto, piccole sfere in vetro in diversi toni di rosa, dal cipria…

Christmas in pink a casa di Bianca…al lampone.

Christmas in pink a casa di BiancaRicco e lucente il centrotavola. Una vecchia sciarpa di velluto e seta color cipria si intreccia a fili di perle, piccole stelle luminose e delicate sfere in vetro, intercalate a due lumini in vetro sempre in nuance che lasciano trasparire un paesaggio invernale.

Pink romantic Christmas centerpiece a casa di BiancaSospeso tra semplicità e dolcezza, è così che vorrei il prossimo Natale.

Pink romantic Christmas a casa di Bianca

Ecco, questa è la mia proposta per una tavola di Natale in rosa. Non so se riuscirei a farci mangiare marito e figlio, ma di certo la vedrei perfetta per un pranzo tra amiche. Ora mi raccomando, non mancate di curiosare tra le altre proposte del blog hop: è davvero incredibile vedere come ci siano tanti modi diversi di interpretare lo stesso tema! Ecco di seguito tutti i link, mentre subito dopo troverete i crediti della tavola di oggi: #pubblicitàaggratis, of course, con link inseriti solo per comodità del lettore.

Lunedì
Everyday LivingBelle Bleu InteriorsHome is Where the Boat Is
The Little Yellow Corner Store Bluesky at HomeOur Crafty Mom

Martedì
Red Cottage ChroniclesMy Kentucky LivingSavvy Apron
Rattlebridge FarmThe Red Painted CottageKnock it Off Kim

Mercoledì
The Painted Apron | A casa di BiancaHey Fitzy
Dining Delight Corner of Plaid and PaisleyFrom My Carolina Home

Giovedì
Life and LindaB. Lovely EventsRosemary & Thyme
Sweet Sensations | Panoply

Venerdì
My French TwistMe and My CaptainCelebrate & Decorate
Nourish and NestlePMQ for Two

Crediti:

Tovaglia e tovaglioli: Tessitura Ulbrich

Sottopiatti: IVV

Piatti avorio: CuNoBa (presi in outlet ora chiuso)

Piatti rosa: Burleigh, Pink Asiatic Pheasant 

Bicchieri: Nason & Moretti 

Posate: Eme (prese da Coin)

Angioletti in legno: Patrick Demetz 

Sciarpa: no brand (ce l’ho da almeno vent’anni)

Perle, lumini e sfere in vetro: Villaggio di Natale Flover (tutto preso negli anni)

Aspettando il Natale. Check list con doppia sorpresa

Tag

, , , , ,

Il tempo corre veloce, siamo già al 4 dicembre e il Natale è sempre più vicino! E’ il momento di fare il punto della situazione e vedere come siamo messi con i preparativi. Tutti pronti? Prendiamo il nostro quadernino delle feste e cominciamo!

Quaderno di Natale a casa di Bianca

Regali. Abbiamo già fatto i nostri acquisti, o almeno deciso cosa regalare a chi? Se la risposta è no, è il caso di darsi da fare. Il mio consiglio è di organizzarsi in modo da avere tutti i regali pronti e impacchettati almeno una settimana prima, senza dimenticare un paio di piccoli “jolly” da tenere pronti per eventuali esigenze dell’ultimo minuto. A questo proposito, per i jolly meglio evitare oggetti troppo legati a questa festività: nel caso non dovessero servire, infatti, potremo sempre utilizzarli in altre occasioni.

Trucco e parrucco. Sotto le feste parrucchiere ed estetiste hanno il pienone. Consigliabilissimo, se pensiamo di avere bisogno dei loro servizi, prenotare per tempo. Non è solo questione di arrivare in ordine a Natale, ma anche di ritagliarsi un piccolo spazio di relax e benessere in mezzo alle mille cosa da fare e da pensare di questo periodo: credetemi, una pausa-coccola tutta per noi, per quanto breve, fa miracoli!

I menu delle feste. Va bene che il Natale è soprattutto tradizione, ma se abbiamo voglia di provare qualcosa di nuovo, tra web, librerie e riviste di cucina in questo periodo abbiamo solo l’imbarazzo della scelta. Unica piccola avvertenza: prima di presentare sulla tavola di Natale un piatto mai fatto prima è meglio fare una prova. Non tutte le ciambelle riescono col buco, e posso dirvelo perché mi è capitato, con esiti disastrosi: fortunatamente eravamo in famiglia e l’abbiamo buttata sul ridere, ma è un errore che non rifarei.

Come mi vesto? Sembra una sciocchezza, ma il tema merita una piccola riflessione a mente fredda, e non necessariamente per poi correre ad acquistare qualcosa di nuovo, anzi. Spesso è proprio studiando con calma il proprio armadio che si riscoprono capi che non mettiamo da un po’, o che vengono ottime idee per abbinare e accessoriare in modo inedito ciò che già abbiamo. La mia piccola mania personale? Fare pendant con la tavola, per colori e stile. Stravagante, lo so, ma non credo di essere l’unica che lo fa. O almeno, così spero…

La tavola. Ovviamente non può mancare una riflessione su come allestiremo le nostre tavole delle feste. Scegliamo il tema, la palette di colori, rinfreschiamo quel che ci servirà e poi decidiamo come combinare il tutto. Può essere un buon momento per regalarci qualche piccolo dettaglio che dia un tocco di novità alla nostra apparecchiatura. Vi dimostrerò nei prossimi giorni che può bastare pochissimo per creare con ciò che già abbiamo una tavola completamente inedita.

Già, perché sono pronta, anzi prontissima, per proporvi nuove idee per le tavole di Natale, e lo farò innanzi tutto all’interno di due bellissime iniziative. La prima è il Tablescape blog hop organizzato di Chloe Crabtree di Celebrate & Decorate, che ormai avete imparato a conoscere, e che sarà ovviamente dedicato alla tavola di Natale: stavolta non vi faccio aspettare troppo perché il blog hop inizia… oggi! In fondo al post vi lascio il programma della settimana con il link a tutti i blog partecipanti, ben ventotto, com’è giusto che sia per un tema così importante. La mia tavola sarà on line mercoledì, e non vedo l’ora di mostrarvela!

Ma non è tutto. La prossima settimana, e precisamente martedì 12 dicembre, sarà la volta di un altro blog hop, questa volta tutto italiano. Lo organizza Gisella di Mypiesite, che ha radunato sei blogger esperte di vari settori del lifestyle per una giornata all’insegna de La Magia del Natale. Cucina, addobbi, tradizioni, moda: non ci faremo mancare niente! Il mio compito, ovviamente, sarà proporre una tavola di festa. Anche qui, sono davvero impaziente di mostrarvi ciò che ho preparato.

Per adesso, ecco le partecipanti al Christmas Tablescape blog hop di Chloe: non perdetevi le loro proposte, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Lunedì
Everyday LivingBelle Bleu InteriorsHome is Where the Boat Is
The Little Yellow Corner Store Bluesky at HomeOur Crafty Mom

Martedì
Red Cottage ChroniclesMy Kentucky LivingSavvy Apron
Rattlebridge FarmThe Red Painted CottageKnock it Off Kim

Mercoledì
The Painted Apron | A casa di BiancaHey Fitzy
Dining Delight Corner of Plaid and PaisleyFrom My Carolina Home

Giovedì
Life and LindaB. Lovely EventsRosemary & Thyme
Sweet Sensations | Panoply

Venerdì
My French TwistMe and My CaptainCelebrate & Decorate
Nourish and NestlePMQ for Two

 

Finalmente venerdì! Dicembre delle mie brame

Tag

, , ,

E siamo finalmente arrivati a dicembre, il mese più bello che ci sia! Dai, non neghiamolo: dicembre piace a tutti, con le sue luci di festa, le cose buone della tradizione da portare in tavola, la prospettiva di momenti da trascorrere assieme alle persone care.

Luci di Natale a casa di Bianca

Ma prima ancora dei giorni di festa, dicembre segna ufficialmente l’ingresso nell’inverno. Le giornate si vanno sempre più accorciando, le temperature si abbassano decisamente, la natura si spegne accoccolandosi in un lungo sonno ristoratore.

Dicembre è per me il mese in cui ci si inizia veramente a concedere delle coccole speciali: il piacere di avvolgersi in abiti morbidi e pesanti, il regalarsi una tazza di tè o cioccolata calda al rientro dal lavoro, il sorseggiare un bicchiere di vino rosso preparando la cena, e un sorso di liquore aromatico per chiudere in bellezza, magari accompagnato da un cubetto di ottimo cioccolato di Modica.

E quale mese migliore per concedersi, quando la giornata è proprio finita, un bel bagno bollente, per poi infilarsi in un pigiama opportunamente scaldato sul termosifone (per me, uno dei grandi piaceri della vita) e scappare sotto le coperte con un libro, o una buona compagnia?

Adoro dicembre. E’ davvero un mese magico, da festeggiare giorno per giorno, immersi placidamente nel meglio dell’inverno, godendoci il crescendo di emozione che ci accompagna verso il Natale.

E voi, cosa vi regalate per festeggiare l’arrivo di dicembre?