arte della tavola, brunch, Ricevere, storie, Tavola

Arte della tavola. Nel giardino di Peter Rabbit

"Comportati bene, e non pensare al resto" (Beatrix Potter) Ci sono storie che non hanno tempo e non hanno età. Credo che il meraviglioso mondo creato da Beatrix Potter appartenga di diritto a questa categoria: come non innamorarsi di Peter Rabbit e delle sue vicende, semplici e allo stesso tempo così piene di autentica saggezza?… Continue reading Arte della tavola. Nel giardino di Peter Rabbit

arte della tavola, Estate, Ricevere

Arte della tavola. Estate in Italia

"Conosci la terra dei limoni in fiore, / dove le arance d’oro splendono tra le foglie scure, / dal cielo azzurro spira un mite vento, / quieto sta il mirto e l’alloro è eccelso, / la conosci forse?" (Johann Wolfgang von Goethe) Italia, meravigliosa Italia. Ci voleva un tedesco per descrivere l'essenza della tua estate in così poche… Continue reading Arte della tavola. Estate in Italia

Acqua di San Giovanni
Estate, Ricevere, storie

Storie di un tempo passato. La notte di San Giovanni

Le notti di inizio estate regalano magie. Il volo incantato delle lucciole ai margini del bosco, il canto dei grilli, i riflessi di luna sui fiori chiari, le gocce di rugiada pronte a brillare alla prima luce del mattino. Poi ci sono notti più magiche di altre, tanto che da sempre gli uomini ne celebrano… Continue reading Storie di un tempo passato. La notte di San Giovanni

Centrotavola con frutta e fiori
arte della tavola, Giardino, Ricevere, Stile, Tavola

Arte della Tavola. Il canto dell’estate

"Alzo una rosa e, sì, sento la vita / in questo canto di uccelli sulle mie spalle" (José Saramago) L'estate arriva, e in collina il bosco risuona del benvenuto degli uccelli. Cince, upupe, colombacci, picchi, scriccioli e chissà cos'altro ancora si nasconde tra gli alberi: è un canto a mille voci, volta a volta argentine… Continue reading Arte della Tavola. Il canto dell’estate

Ricevere

Tante cose

Ho sempre il vizio di voler fare troppo. La mia testa brulica incessantemente di pensieri e di progetti - a volte sensati, a volte un po' meno - e  non sempre riesco a darmi degli obiettivi ragionevoli. Sarà che le giornate insistono nel durare solo ventiquattr'ore, sarà che quando un'idea mi piace cerco di coltivarla… Continue reading Tante cose