Tag

, , , ,

©acasadibianca

©acasadibianca

Finalmente in via di guarigione da questa fastidiosissima pseudo-influenza, ieri mattina sono fuggita lasciando tutti a nanna (cane compreso) e sono tornata al vivaio.

I bulbi presi la scorsa settimana avevano già finito di fiorire e andavano sostituiti, e soprattutto avevo una gran voglia di fiori freschi. Quest’anno le orchidee non hanno fiorito in batteria come lo scorso inverno, e senza fiori la sala mi sembra sempre un po’ triste, quindi… mi sono imbacuccata per bene e via!

La missione ha avuto successo. Innanzi tutto ho recuperato ancora bulbi di giacinto, stavolta non solo bianchi ma anche rosa e (dice l’etichetta) rossi, che non avevo mai preso: sono molto curiosa di vederli fioriti! Ho aggiunto anche un vasetto di narcisi nani: non sono particolarmente in vena di giallo, ma i narcisi mi piacciono tantissimo e bianchi, purtroppo, non c’erano.

Per i bulbi ho scelto contenitori diversi, secondo la stanza di destinazione.

Zinco per la cucina

©acasadibianca

©acasadibianca

Ceramica bianca e rosa per le camere da letto

©acasadibianca

©acasadibianca

Ma il vero bottino sono stati i fiori recisi. Delusissima per l’assenza di tulipani bianchi, mi ero rassegnata alle rose quando li ho visti: loro, i miei amatissimi fiori di cera! Inutile dire che mi sono accaparrata subito il mazzolino più chiaro, un bianco appena sfumato di rosa. Tanto che c’ero, ho aggiunto anche della ginestra bianca: peccato che il raffreddore non mi permetta di sentirne il profumo…

Ed ecco come li ho sistemati. Questa la composizione destinata alla sala

©acasadibianca

©acasadibianca

Qui i fiori per l’ingresso

©acasadibianca

©acasadibianca

E qui il “riciclo” dei rametti più corti di fiore di cera che, assieme ad uno dei giacinti già fioriti, ha rallegrato il nostro pranzo.

©acasadibianca

©acasadibianca

Come vedete, ho già iniziato – per quanto gradualmente – ad abbandonare il tutto bianco. Gennaio volge la termine, è tempo di inserire un po’ di colore!